L’editoria, almeno in Italia, è un settore chiuso ed esclusivo, dove non solo è difficile