La banda degli Dei

Giulia: Ciao a tutti! Benvenuti a questo nuovo appuntamento con la rubrica Piccoli Lettori… come me!

Argo: Ciao a tutti! Giulia, quanto tempo è passato dalla nostra ultima discussione!

Giulia: Sì… ma tra la scuola e gli altri impegni mi è un po’ difficile trovare del tempo per fare altre cose.

Argo: Capisco… ma se oggi mi hai chiamato qualcosa ce la dovrai dire. Di che libro ci parli oggi?

Giulia: il libro di cui vi parlo oggi è “La banda degli dèi” di Barbara Fiorio.

Argo: Che bel titolo! È un libro sulla mitologia?

Giulia: Sì… ma non solo! Questa è la storia di Giacomo, Isabella, Leonardo, Delia, Bartolomeo, Sofia e Carlotta, dei comuni ragazzi che, quando varcano la soglia dell’Olimpo, si trasformano in sette divinità.

Argo: Come “quando varcano la soglia”? Non sapevo che le montagne avessero delle porte.

Giulia: Ma no! Su una collina di Casaccio sul Cervo, un piccolo paese in provincia di Biella, c’è una casetta in legno, un tempo appartenente al nonno di Giacomo. Quest’ultimo, una volta trovatane la chiave, la trasforma nel rifugio segreto della banda.

Argo: Aaah, ora capisco. E cosa fanno questi ragazzi?

Giulia: In paese avvengono dei misteriosi furti di cui la polizia, nonostante le indagini, non riesce a trovare colpevole. E, ad aggravare la situazione, si aggiunge la scomparsa di una componente della banda: nessuno (o quasi!) sa dove si trovi e nel paese giunge addirittura la televisione! Per riappacificare i paesani i nostri amici avranno bisogno di un aiuto… divino. Nel frattempo Giacomo scopre che suo nonno ha sempre voluto pubblicare il libro che aveva scritto molti anni prima che lui lo trovasse, ma, per via del modo in cui è scritto, è stato rifiutato da tutte le case editrici. Saranno il nostro piccolo dio e i suoi amici che, per farlo felice, proveranno a fare quello in cui il nonno non ha avuto successo.

Argo: Interessante… e, dicci, cosa ne pensi del modo in cui è scritto: del linguaggio, di come sono caratterizzati i personaggi…?

Giulia: Personalmente, ho trovato il modo di scrivere dell’autrice molto simpatico e scorrevole. Circa i personaggi avrei preferito che li caratterizzasse meglio, che mettesse più in risalto la loro personalità. Ma, tralasciando questo, per me, è davvero un bel libro.

Argo: Mi hai fatto venire voglia di leggerlo!

Giulia: Quando ti va, vieni a casa mia e prendi quello che vuoi. Nous sommes à votre service, monsieur. (Siamo al suo servizio, signore.)

Argo: Oh, merci, mademoiselle! Da che casa editrice è stato pubblicato?

Giulia: È stato pubblicato da Rizzoli.

Amici, per oggi ci fermiamo qui. Al prossimo appuntamento!

Argo: Ciao! Ci vediamo presto! (Spero…)

—————————————————————————————————————

Per visitare il sito della casa editrice Rizzoli