Più libri più liberi compie 20 anni

Mario Vargas Llosa, Sandra Cisneros, Alessandro Baricco, Melania Mazzucco, Roberto Saviano, Fernando Savater, Tibor Fischer,  Michela Murgia, Zerocalcare, Maurizio De Giovanni, Silvia Ronchey, Giulia Caminito, Chiara Valerio, Nadia Terranova, Vauro, Vera Gheno, Maura Gancitano, Riccardo Falcinelli, Reni Eddo-Lodge, Guadalupe Nettel, Michela Marzano, Francesco Piccolo, Donatella Di Pietrantonio, Stefano Bartezzaghi, Paolo Di Paolo, sono solo alcuni dei moltissimi autori e personaggi che si confronteranno sul tema di quest’edizione: La libertà. 

Qual è il libro che ti ha liberato? In occasione dei 20 anni della manifestazione, a ogni autore verrà chiesto di portare un volume che si è rivelato significativo nella sua vita, che lo ha aiutato a superare barriere e tabù.

Dopo essersi fermata per un’edizione a causa della pandemia, Più libri più liberi – la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria – torna in presenza alla Nuvola dell’Eur, dal all’8 dicembre. L’evento editoriale più importante della Capitale, promosso e organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e dedicato esclusivamente agli editori italiani piccoli e medi compie 20 anni, un traguardo importante che arriva in un momento particolarmente significativo per la storia del nostro Paese: l’Italia esce finalmente dal lungo periodo buio dell’emergenza sanitaria e scommette sul futuro, un domani pieno di incognite ma anche e soprattutto di grandi speranze e aspirazioni.

484 espositori, provenienti da tutto il Paese, presenteranno al pubblico le novità e il proprio catalogo. Cinque giorni e oltre 400 appuntamenti in cui ascoltare autori, assistere a dialoghi, letture, dibattiti e incontrare gli operatori professionali. L’inaugurazione ufficiale della Fiera si svolgerà il 4 dicembre, alle 10.30, allo Spazio Rai.

UN MERCATO IN CRESCITA

Meno editori, ma salgono le quote di mercato. Nel 2020 il numero di medi e piccoli editori si attesta a 4.748, in calo del 2,2% rispetto all’anno precedente. Importante (-14,7%) il calo degli editori che pubblicano tra 61 e 100 titoli l’anno: sono 116. Tuttavia continua a crescere la quota di mercato: il venduto a prezzo di copertina della piccola e media editoria nei canali trade è pari al 42%, in lento ma costante aumento rispetto al 39,8% del 2017.

La piccola e media editoria in Italia dà lavoro a 8.590 persone (esclusi collaboratori e consulenti) e il valore del venduto a prezzi di copertina nei canali trade ha superato per la prima volta nel 2020 quota 600 milioni (600,6, in crescita dello 0,9% rispetto all’anno precedente).

LA LIBERTÀ

Il tema scelto per questa edizione di Più libri più liberi è La Libertà. Il modo più appropriato per celebrare questo momento di rinascita ma anche di nuova condivisione. Un concetto cruciale per le vite di tutte e tutti, che la Fiera dei piccoli e medi editori – non a caso – contiene nel suo stesso nome, nel suo stesso DNA. Un ideale a lungo anelato e, dopo i duri mesi di lockdown, finalmente ritrovato. Ma anche un tema portante di ogni passata edizione, coniugato nelle sue molte possibili declinazioni: le libertà collettive e quelle personali, l’impegno per i diritti civili e politici, la libertà di stampa e di espressione, un dato concreto e irrinunciabile per milioni di persone nel mondo. 

Ma c’è anche un altro significato: sono proprio i libri che ci liberano e ci elevano. In questo spirito è nata un’iniziativa speciale: chiedere a tutti i grandi ospiti italiani e internazionali di portare un libro che in qualche modo li ha liberati e di donarlo. In ogni volume l’autore che lo ha regalato scriverà una frase, una dedica. I libri saranno destinati proprio a quei luoghi dove la libertà è sospesa: le carceri.

Grazie alla collaborazione con il Ministero della Giustizia, i volumi andranno ai 17 Istituti per la Giustizia Minorile e di Comunità del territorio. Ogni ragazzo riceverà un libro. La cerimonia di consegna dei vari testi, moderata da Alessandra Sardoni con l’intervento di Gianrico Carofiglio, si svolgerà nel corso della Fiera e a ritirare simbolicamente i doni degli ospiti sarà Gemma Tuccillo, Capo Dipartimento del Ministero.

In Fiera saranno invitati anche i 17 direttori degli istituti, in rappresentanza dei ragazzi, che potranno seguire l’evento trasmesso in streaming sui nostri canali social. Inoltre, per l’occasione sarà presentato anche il progetto sulla scuola in carcere di Rai per il sociale, che ha l’obiettivo di mettere a disposizione il proprio bagaglio di prodotti, conoscenze, esperienze, esperti. 

Per celebrare il proprio ventennale, Più libri più liberi ha realizzato anche, con la generosa collaborazione di Paolo Di Paolo, un podcast offerto da Emons audiolibri che sarà possibile scaricare gratuitamente durante i giorni della manifestazione, e che ripercorre, in una rapida carrellata, alcuni dei momenti salienti delle trascorse edizioni, raccontati dalla voce dell’autore ma anche da quella dei suoi protagonisti.