Eridania e Croce Rossa Italiana: gesti di dolcezza e gentilezza

Il marchio icona della dolcezza propone una linea di bustine di zucchero in edizione limitata raffiguranti gesti di dolcezza, tramite le quali è possibile donare alle famiglie più bisognose.

20 gesti diversi, 20 creatività differenti e un unico comun denominatore: diffondere dolcezza, ma anche concretezza, consapevolezza e gentilezza. Sono queste le caratteristiche della nuova partnership che Eridania, marchio icona della dolcificazione dal 1899, ha sviluppato con la Croce Rossa Italiana.

Nell’ambito dell’accordo, Eridania metterà a disposizione un contributo che sarà poi usato per l’acquisto di pacchi alimentari destinati a famiglie bisognose. Allo stesso tempo, proprio attraverso le bustine ‘edizione limitata’, verrà coinvolto il consumatore, che sarà sensibilizzato a partecipare alla donazione.

Ma quali sono le particolarità di queste bustine di zucchero Classico limited edition? E come è possibile partecipare alla donazione? Le 20 bustine ‘speciali’ possono essere facilmente identificate in quanto raffigurano un gesto: un applauso, una stretta di mano, un grazie. Gesti facilmente riconoscibili, che valgono più di mille parole e che vogliono rappresentare dolcezza e gentilezza con l’obiettivo di ritorno alla normalità. Sarà possibile trovare le bustine nei bar e nei punti vendita da settembre 2021 e fino ai primi mesi del 2022.

L’adesione all’iniziativa da parte dei consumatori potrà avvenire grazie al materiale informativo che si troverà nei punti vendita o nei bar che sostengono il progetto. Si potrà partecipare grazie ad un QR code che, inquadrato con lo smartphone, rimanderà ad una landing page sul sito della Croce Rossa dal quale sarà possibile donare –http://www.cri.it/eridania– link che sarà diffuso da tutti i canali social di Eridania (Twitter, YouTube e Instagram).

Sono davvero orgoglioso della partnership con Croce Rossa Italiana – dichiara Alessio Bruschetta, Direttore Generale di Eridania Italia Spache ci permette di aiutare chi ha più bisogno, soprattutto in un momento così delicato come quello che stiamo vivendo. Il supporto alla comunità è nel DNA di Eridania e questo progetto segue iniziative analoghe sviluppate con altre associazioni italiane. Come suggeriscono le nostre bustine, c’è un grande bisogno di gesti che mettano in circolo dolcezza: invitiamo tutti a far parte di questo movimento virtuoso”.

In questi difficili mesi, partner come Eridania – sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana – ci hanno sostenuto in molteplici modi, consentendoci di portare avanti le nostre innumerevoli attività in favore di qualsiasi vulnerabilità. Oggi più che mai c’è bisogno di gesti di gentilezza. L’immediatezza e la grande diffusione di questa iniziativa consentiranno a migliaia di persone di accostarsi e sostenere la nostra Associazione e i suoi oltre 150.000 volontari. Siamo grati a questa azienda leader del settore per il supporto e il partecipato sostegno che ci consentirà di essere ancora di più ‘Un’Italia che Aiuta’”.

Eridania supporterà l’iniziativa e inviterà a donare anche attraverso una campagna ADV online, alla quale si affiancherà una newsletter dedicata, diffusa attraverso il portale di utenti “Eridania Dolci si diventa”. La pianificazione della campagna online – che supporterà l’intero periodo di presenza delle bustine nei bar e nei punti vendita, fino alla fine di marzo 2022 – è stata affidata all’agenzia SDB Stile di Bologna che ha anche curato la creatività dell’iniziativa.

L’iniziativa sviluppata da Eridania e Croce Rossa Italiana rientra nel quadro di una collaborazione pluriennale tra l’azienda leader del settore della dolcificazione e l’associazione di volontariato. Una partnership che si è già concretizzata in una serie di azioni solidali, a livello nazionale e regionale e che nel corso dei prossimi anni continuerà a dare frutti, buoni in tutti i sensi.

Nel 2020, durante i mesi più critici della pandemia, per esempio, i dipendenti di Eridania dell’Emilia-Romagna hanno scelto di sostenere le attività di Croce Rossa Italiana in risposta all’emergenza Covid-19. I lavoratori dell’azienda hanno avuto la possibilità di devolvere il corrispettivo di una o più ore della propria giornata lavorativa e contribuire a una raccolta fondi, permettendo l’acquisto di Dispositivi di Protezione Individuale e sistemi di sanificazione.