Accogliere a cuore aperto

Accogliere: dal dizionario della lingua italiana “ricevere presso di sé, accettare nel proprio
gruppo; accettare, approvare
”.

Sono giorni che rifletto su questa parola. Una semplice parola, che racchiude in sé un
significato molto profondo.

Accogliere significa accettare. Accettare ciò che vogliamo faccia parte della nostra vita,
consapevoli che oltre alla magnificenza della luce esistono anche le ombre. Quelle ombre
che ci fanno vacillare e dubitare delle nostre scelte. Proprio in questi momenti dobbiamo
essere capaci di accettare anche le nostre debolezze, le nostre paure, i nostri dubbi
sapendoli affrontare coraggiosamente, lottando per ciò in cui realmente crediamo.

Quando penso a questo verbo, mi vengono subito in mente le dolci e romantiche parole
che vengono pronunciate per le promesse matrimoniali: “Io accolgo te…“. Io accolgo nella
mia attuale vita, te, mio nuovo compagno di viaggio, accetto la tua persona in tutto il suo
insieme di esperienze, di ricordi, di persone incontrate che ti hanno reso la persona che
sei adesso.

Lo trovo estremamente romantico. Ma altrettanto difficile. Se non si hanno basi salde,
purtroppo, le nuvole possono arrivare troppo velocemente e scatenare un temporale
infinito.

Ma accogliere non significa solo questo. Accogliere significa aprire le braccia a colui che
ha commesso un errore, perdonandolo. Significa saper accettare comportamenti poco
chiari o addirittura a volte indecifrabili di colleghi, amici, conoscenti, perché crediamo
nell’amicizia e nel rispetto. Significa accettare le difficoltà che la vita ci presenta, sapendo
che poi saremo delle persone nuove. Significa essere sensibili verso gli altri, significa
credere nel bene supremo, per un domani migliore.

Accogliere significa aprire il proprio cuore alla gioia e alla sofferenza, alla luce e
alle tenebre, al bene e al male sapendo che domani, grazie a ciò che stiamo vivendo ora,
saremo delle persone diverse, delle persone migliori.

Le cose che ci accadono non sono mai fini a se stesse, gratuite, ogni incontro, ogni
piccolo evento racchiude in sè un significato, la comprensione di se stessi nasce dalla disponibilità ad accoglierli, dalla capacità in qualsiasi momento di cambiare direzione, lasciare la pelle vecchia come le lucertole al cambio di stagione.

Susanna Tamaro, Va dove ti porta il cuore.

Michelle Manias