Bebe Vio scrive la storia: è ancora oro

Cinque anni dopo la medaglia d’oro dei Giochi Paralimpici di Rio 2016 nel fioretto individuale femminile categoria B, oggi alla Makuhari Messe Hall Bebe Vio ha mantenuto il titolo olimpico contro la cinese Zhou Jingjing. La 24enne italiana ha battuto in finale la sua avversaria 15-9.

Oltre alle due medaglie d’oro, la campionessa del sorriso ha vinto tre titoli mondiali consecutivi nel 2015, 2017 e 2019.

“È stato più difficile, perché la misura era diversa dalle altre gare che abbiamo fatto insieme prima. Era la stessa finale di Rio 2016, ma oggi è stato completamente diverso, con tecniche diverse”, ha detto Bebe Vio ai Servizi Informativi Olimpici.

“Ci siamo incontrate molte volte, ma oggi è stata davvero dura, sicuramente la gara più difficile che abbia mai disputato con lei”, ha aggiunto.

Il match per la medaglia di bronzo si è concluso con la vittoria di Ludmila Vasileva, del Comitato Paralimpico russo, sulla cinese Xiao Rong, 15-12.

La finale della categoria B maschile ha visto i due fiorettisti più dominanti negli ultimi tre Giochi Paralimpici. In una battaglia tutta cinese, Feng Yanke ha mantenuto il titolo di Rio 2016 dopo aver sconfitto il campione paralimpico 2008 e 2012 Hu Daoliang in uno stretto 15-14. Il britannico Dimitri Coutya ha superato Albert Kamalov, del Comitato Paralimpico russo, 15-2, e ha concluso con il bronzo.

La Cina ha collezionato altre due medaglie d’oro nella giornata, grazie all’esordiente ai Giochi Gu Haiyan nella categoria A femminile, contro l’ucraina Nataliia Morkvych, e Sun Gang nella categoria A maschile, battendo 15-7 l’ungherese Richard Osvath.

Rong Jing ha vinto il bronzo nella categoria A femminile, mentre Nikita Nagaev, del Comitato Paralimpico russo, è stata la medaglia di bronzo nella categoria A maschile.

Si conclude domani la gara di scherma in carrozzina di Tokyo 2020, con le gare di fioretto a squadre femminile e maschile.