Giacomo Argo Leopardi

Giulia: Ciao a tutti, benvenuti a questo nuovo appuntamento con la rubrica Piccoli Lettori… come me!

Argo: Ciao Giulia!!! Ciao a tutti amici!!!

Giulia: Ciao Argo!

Allora amici, oggi parliamo di un bellissimo libro che si chiama…

Argo: Giulia, Giulia! Ma tu lo sai che anche la mia mamma umana scrive i libri?

Giulia: Certo, la settimana scorsa la nostra direttrice ha parlato di  “Fiutando il vento“ (per andare a leggere, cliccate QUI). Perché questa domanda?

Argo: Perché è una dei cinque finalisti di un premio letterario molto importante.

Giulia:Wow! Ma quale premio?

Argo: Mmmmmmh… non me lo ricordo…

Claudiaaaa! Claudiaaaa! Claudiaaaa!

Claudia: Argo, ma ti rendi conto che sono le 14.00 e tu urli così?

Cosa volevi dirmi?

Argo: Ti volevo chiedere per quale premio è finalista la mia mamma umana.

Claudia: Elisa è una dei cinque finalisti della 42° edizione del premio letterario Alberto Tedeschi, dedicato al miglior romanzo giallo d’Italia.

Giulia: Complimenti! Okay mamma, puoi andare.

Claudia: A dopo, ragazzi!

Giulia: E tu, Argo, cosa ne pensi? Sei felice?

Argo: Sì, sono molto felice. Per festeggiare porterò la mia mamma umana a mangiare al Gran Cane d’Oro!

Giulia: Emmmh… okay.

Ma te lo aspettavi che Elisa arrivasse in finale?

Argo: No, non pensavo proprio.

Giulia: Ma perché?

Argo: Perché io preferisco pensare sempre negativo, così quando succede una cosa bella sei ancora più felice!

Giulia: Va bene Giacomo Argo Leopardi.

Argo: Chi?

Giulia: Non ti preoccupare, lascia stare, capirai quando frequenterai il quarto canliceo. Alla prossima amici!

Argo: Mah! Ciao!

Giulia e Argo

Il legame che unisce la tua vera famiglia non è quello del sangue, ma quello del rispetto e della gioia per le reciproche vite. Di rado gli appartenenti ad una famiglia crescono sotto lo stesso tetto. Richard Bach