Crudité di funghi champignon

Per un antipasto leggero ma sfizioso, ecco un piccolo consiglio dalla tradizione di famiglia per il periodo invernale. Un antipasto che non stanca mai e che stupisce con il sapore dei funghi al naturale.

Ingredienti per 4 persone

  • 3 etti di funghi champignon freschissimi
  • 1 limone
  • sale e pepe
  • olio di oliva, oppure olio evo e olio di semi
  • mezzo aglio
  • prezzemolo

Preparazione

Tagliate le radici e la base dei funghi.
Separate i gambi dalle cappelle. Mettete poca acqua in una ciotola, e mettete le cappelle a sciacquare, badando bene di mantenere la parte dov’era attaccato il gambo ben in alto e lavare solo la parte liscia e bianca dei funghi. Sciacquate velocemente e asciugate ad una ad una. Fate lo stesso con i gambi.

È importante che vengano asciugati per bene in quanto il fungo non andrebbe lavato ma solo spolverato. Mangiandoli crudi però è sempre bene dargli una veloce sciacquata per evitare di trovare dei pezzetti di terra poi.

Fatto questo iniziate a tagliarli a fette fine.
Tagliate le cappelle dei funghi a 2/3 mm di spessore.
Badate invece di tagliare i gambi molto più fini, in quanto il gambo è un po’ più duro e sostenuto da marinare.

Arriviamo al momento del condimento. Ponete i funghi in un piatto piano, io ad esempio ho utilizzato una teglia da forno, in modo tale che il condimento sia omogeneo su tutti i funghi.

Adagiate i funghi piano, in modo da non romperli e iniziate a condirli con: il sale almeno due pizzichi, il pepe, il succo di limone. Date una prima mescolata, sempre facendo molta attenzione a non romperli.

A questo punto è l’ora dell’olio. Se non ho olio di oliva normale, non extra vergine, preferisco fare a metà con olio di semi e olio EVO, in quanto l’olio EVO poi saporisce troppo togliendo il sapore originale dei funghi.
Sulle quantità, abbondate, io su un limone ne metto circa 50ml. Ma come sempre vado molto a occhio, vedendo poi quanto i funghi assorbono e quanto invece rimangono asciutti.

I funghi infatti devono esser ben bagnati, e rimanere a marinare per almeno mezz’ora prima di essere serviti.
ALMENO mezz’ora, perché ovviamente più stanno in ammollo e più diventano gustosi.

Alla fine condire con il trito fatto da aglio e prezzemolo. Se non amate particolarmente il sapore dell’aglio, invece di tritarlo finemente, tagliatelo a spicchi, in modo tale che lo lasciate nel condimento ad insaporire, ma poi per servirlo lo togliete.

e… Bon Appétit!

Alessandra Collodel